IBM Executive Briefing Center

categoria /
Uffici

luogo /

Roma


IBM colosso statunitense del settore informatico festeggia il primo secolo di vita con il nuovo Software Executive Briefing Center di Roma. In occasione del centenario lo spazio romano è stato rinnovato e ampliato, un progetto firmato dall’architetto italiano Massimo Iosa Ghini che rielabora in modo innovativo ed affascinante le famose “strisce” del logo IBM.
La struttura, ridisegnata come una nuova agorà, si estende su una superficie complessiva di 1.500 mq. distribuiti su un solo livello.

La struttura, ridisegnata come una nuova agorà, si estende su una superficie complessiva di 1.500 mq. distribuiti su un solo livello.
“Ascoltando come le nuove tecnologie IBM possano essere d’aiuto nell’affrontare e nel risolvere le problematiche tecniche e di business – racconta Iosa Ghini – ho cercato di configurare un luogo concepito come una nuova agorà, capace di favorire e stimolare un confronto virtuoso in una dimensione comunicativa che si allontana dai parametri tradizionali per rendere protagonisti scenari virtuali di interfaccia”.

Le caratteristiche uniche e peculiari di questo progetto, comportano dei passi in avanti nel mondo delle possibilità che la creatività applicata al design può fornire.
La luce dei LED multicolore modifica gli scenari nelle diverse ore del giorno esaltando la brillantezza delle laccature lucide ed evidenziando le superfici contraddistinte dalle “strisce” del logo IBM.

Gli arredi sono stati forniti da Effebi e tra i materiali protagonisti dell’allestimento spiccano il vetro e il legno. Il vetro è stato utilizzato per le pareti, curve e lineari che dall’ingresso conducono all’interno della struttura mentre il legno di rovere e wengè è il materiale scelto per le pareti delle due aree dining e riproposto, in versione laccato bianco, nelle quattro briefing rooms. Infine il corian è il materiale usato per il banco reception.

Un ruolo fondamentale è stato assegnato alla luce dei led multicolore che modificano gli scenari nelle diverse ore del giorno esaltando la brillantezza delle laccature lucide ed evidenziando le superfici contraddistinte dalle “strisce” del logo IBM.
Ed è proprio la striscia l’elemento di base su cui ha lavorato Iosa Ghini: lunghe strisce sulle trasparenti pareti in vetro affiancate da quelle in rilievo che avvolgono colonne e pareti retroilluminate con i led. La striscia è un “percorso” che accompagna il visitatore partendo dalla pavimentazione del corridoio segnata da una lunga “led strip” che dall’entrata unisce i vari ambienti della struttura.

Un altro elemento caratterizzante di questo progetto sono le gole luminose a soffitto, che lungo il percorso cambiano continuamente forma e dimensione, creando effetti di fluidità.
Realizzare un’idea così particolare ed impegnativa è stata possibile solo grazie ad un grande lavoro sinergetico di una equipe che è riuscita a realizzare uno spazio così complesso e originale.
Le caratteristiche uniche e peculiari di questo progetto, così come la sua complessità ed originalità comportano dei passi in avanti nel mondo delle possibilità che la creatività applicata al design può fornire.

Condividi questo progetto
© effebi s.p.a. copyright 2017 | informativa estesa su privacy & cookie
P.IVA IT02084520416 | cap. sociale 420.000 EUR